Raffaella Ranise, I Romanov (Marsilio)

 

300 anni di dinastia: da Michele, incoronato nel 1613, a Nicola II e all’eccidio reale di Ekaterinburg del 1918. Raffaella Ranise racconta le vicende, gli intrighi e la fine dei Romanov, la stirpe che ha portato l’impero russo a brillare nello scenario europeo.

 

Il testo ripercorre i trecento anni della leggendaria dinastia dei Romanov in un appassionante racconto con al centro grandi figure, zar e zarine che hanno portato l’impero a brillare nello scenario europeo e occupare dimensioni mai viste. Pietro il Grande, con la passione dell’Occidente, Elisabetta, la Semiramide del Nord, Caterina ii, la zarina attratta dagli ideali dell’Illuminismo: le vicende dei protagonisti sono dominate da sete di potere, debolezze, intrighi di ogni sorta e fatti inaspettati, che rendono la loro storia irresistibile e il fascino senza tempo. Tuttavia questo mondo dorato arriverà all’epilogo più atroce, perché l’intera famiglia reale verrà trucidata a Ekaterinburg, in una notte di luglio di cento anni fa, e per molti anni il segreto di quei corpi sarà accuratamente nascosto.

 

Autrice

Raffaella Ranise nata a Imperia, si è laureata in giurisprudenza all’Università degli Studi di Genova. Ha collaborato alla cattedra di Diritto del lavoro della stessa Università presso il polo imperiese. Da alcuni anni si dedica alla scrittura. Ha pubblicato, insieme a Giuseppina Tripodi, Rita Levi-Montalcini: aggiungere vita ai giorni (Longanesi 2013) e per Marsilio Noi un punto nell’universo. Storia semplice dell’astronomia (con la collaborazione di Francesca Matteucci, 2017).

 

L’incontro con l’autrice sarà domenica 17 marzo alle ore 19.00